Numerologica: speciale San Diego Comic-Con

Il primo San Diego Comic-Con – inizialmente chiamato San Diego’s Golden State Comic-Con – si svolse dal 1 al 3 agosto 1970. Il biglietto d’entrata per i 3 giorni costava 3,50 dollari se acquistato per corrispondenza o 5 dollari se acquistato alle casse il giorno d’apertura. Il costo di un tavolo per gli espositori era di 10 dollari. L’affluenza fu di circa 300 persone.

Nel 1973 l’affluenza superò le 1.000 presenze, mentre nel 1989 venne tagliato il traguardo dei 10.000 visitatori. Nel 2001 l’affluenza fu di oltre 50.000 persone, mentre il muro delle 100.000 presenze venne rotto nel 2005. Dal 2010 la fiera ha sempre fatto registrare il sold-out, attirando 130.000 persone.

Leggi anche: San Diego Comic-Con 2014: come è fatto e cosa attendersi

La crescita dell’affluenza del Comic-Con nel corso degli anni (click per ingrandire)

45 dollari è il costo per il biglietto d’entrata al San Diego Comic-Con 2014 nella giornata di giovedì, venerdì o sabato, mentre il biglietto per la domenica costa 30 dollari. L’edizione 2014 sarà la prima in cui non è stato possibile comprare direttamente un pass (generalmente scontato) per tutti e quattro i giorni. Chi avesse voluto presenziare dunque a tutti e i quattro giorni avrebbe dovuto spendere 165 dollari, più eventualmente 35 dollari per la preview night, che nell’edizione 2013 era compresa nel pass per i quattro giorni dal costo di 175 dollari.

Nel 2009, per esaurire l’intera disponibilità dei biglietti, c’erano voluti 6 mesi, mentre nel 2010 ce n’erano voluti 2. Nel 2011 i biglietti finirono in meno di 2 ore, mentre nel 2012 e nel 2013 bastarono soltanto circa 90 minuti.

L’edizione 2013 del San Diego Comic-Con ha avuto un impatto economico sulla regione di circa 175 milioni di dollari.

Gli espositori presenti in fiera nel 2014 sono 1.036. I volontari sono invece 3.000. Le conferenze programmate sono 1.075, mentre gli eventi collaterali saranno oltre 600.

La capienza massima della location che ospita la fiera (il San Diego Convention Center) limita il numero di partecipanti a un massimo di 130.000 persone. Per questo motivo nel 2013 è stata approvata un’espansione del Convention Center dal costo di 520 milioni di dollari, che aumenterà del 35% lo spazio disponibile. Questo progetto creerà 4.000 nuovi posti di lavoro nel campo edilizio e altri 7.000 posti di lavoro a tempo indeterminato nel campo del turismo. L’impatto economico di quest’espansione sulla città sarà di circa 700 milioni di dollari. (fonte: San Diego Tourism Authority)

Il San Diego Comic-Con è la quarta fiera dedicata al fumetto al mondo in termini di affluenza. Primo è il Comiket, manifestazione fumettistica giapponese semestrale dedicata all’autoproduzione, secondo è il Festival di Angoulême, terzo il Lucca Comics&Games.

Un'infografica sui premi Eisner, aggiornata al 2012
Un’infografica sui premi Eisner, aggiornata al 2012 (click per ingrandire)

Gli Eisner Awards – spesso definiti i premi Oscar del fumetto – sono stati consegnati per la prima volta nel 1988. L’autore a essersene portati a casa il maggio numero è Alan Moore, che ne ha vinti 25, seguito da Chris Ware con 22. Terzo è il celebre letterista Todd Klein con 16. La casa editrice più premiata è invece la DC Comics, che in questi anni ha vinto ben 185 premi, seguita dalla Dark Horse con 147 riconoscimenti. La Fantagraphics nel corso degli anni ha vinto 40 volte, mentre la Marvel ‘soltanto’ 52 volte.