Radar. 6 fumetti da non perdere usciti questa settimana

L’illusione della terraferma (Rizzoli Lizard). È il nuovo graphic novel di Otto Gabos. Ambientato nella Sardegna degli anni Trenta, racconta del commissario Ettore Marmo e del ritrovamento di un cadavere senza testa che dà inizio a un’indagine rocambolesca. Qui le prime pagine in anteprima.

gabos

L’unica voce (Coconino Press). Tiziano Angri racconta la storia inquietante di due ragazzi “fuori posto”. La trama:

Yuri soffre fin da bambino di un disturbo che lo ha reso insofferente alla voce umana. Attraverso bizzarri rituali cerca il silenzio, la guarigione e la pace. Irene è un ragazzo intrappolato in un corpo che non gli appartiene. Si prostituisce per pagarsi l’operazione che completerà la sua metamorfosi. Si sono già incontrati, Yuri e Irene, in un tempo mai davvero passato. E si incontreranno ancora, in un paesaggio di rovine nel cuore della provincia italiana, per scoprire il legame misterioso che unisce le loro vite.

Qui si possono leggere le prime pagine.

Noi siamo i Fantastici Quattro (Panini Comics). Un volume cartonato di 320 pagine tutto dedicato ai Fantastici Quattro. Dalle origini narrate da Stan Lee e Jack Kirby fino alle recenti storie di Jonathan Hickman e Steve Epting.

Batman – Terrore Sacro (Lion Comics). Questo volume raccoglie tre storie di Batman (Batman Holy Terror, Batman The Abduction, Batman Dreamland) disegnate da Norm Breyfogle, che a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta, con i suoi disegni ridefinì il personaggio.

La farfalla assassina #1 (Goen). Il primo volume (di due) del manga di Yuka Nagate. Ambientato nel 1635, racconta la lunga faida tra ninja, ronin e kunoichi (le shinobi donne). Protagonista della storia è una di queste, Ko-cho, che come copertura lavora come prostituta. Oltre la katana, usa anche il sesso come arma.

Dall’estero:

paperino

Walt Disney’s Donald Duck: The Daily Newspaper Comics Volume 1 (IDW). Le prime strisce di Paperino, raccolte in una collana cronologica edita da IDW. Questo primo volume raccoglie le annate dal 1938 al 1940. Disegni di Al Taliaferro, testi di Bob Karp.