Banksy disegna Steve Jobs come un rifugiato Siriano

L’artista britannico Banksy, noto per i suoi murales in giro per il mondo, ha disegnato Steve Jobs su un muro di un campo d’accoglienza francese per i rifugiati siriani. Il titolo della nuova opera di Banksy, secondo quanto riportato dal sito banksy.co.uk, è the son of a migrant from Syria (il figlio di un migrante dalla Siria).

Leggi anche: Banksy: una raccolta di graffiti

Il murale, disegnato recentemente nel campo profughi di Calais,  soprannominato “Giungla”, raffigura il fondatore di Apple con un sacco in spalla e un computer Macintosh in mano. Il titolo dell’opera fa riferimento al fatto che il padre di Jobs era un siriano di nome Abdulfattah Jandali.

Leggi anche: La storia del disegno diventato simbolo di solidarietà per le vittime di Parigi

steve-jobs-banksy
©Banksy