Il ritorno del Rider, cowboy urbano di MCS ideato da Giuseppe Palumbo

MCS, brand maschile ispirato al lifestyle del west americano, si identifica sin dalla fine degli anni Ottanta con l’iconico logo del “Rider”. Per questo MCS ha deciso di dedicare al Rider una serie di albi a fumetti ideati da Giuseppe Palumbo (testi, storyboard e copertine) per i disegni di Giulio Giordano, tradotti in tre lingue (italiano, inglese, francese) oggi arrivati al secondo numero, e con un terzo in cantiere.

rider mcs palumbo

Il 30 Aprile, inoltre, MCS celebrerà il Rider nello Store di MCS di Bologna, in via Clavature, con un piccolo evento. Giuseppe Palumbo si intratterrà con il pubblico disegnando dal vivo alcune immagini del Rider e del fumetto ad esso dedicato, accompagnato da Gianpaolo Corradini alla chitarra, per un happening dal gusto West Coast.

A partire dalle 18,30 fino alle 20,00 circa l’intrattenimento e i disegni personalizzati verranno omaggiati a chi acquista MCS. Per l’occasione sarà applicato uno speciale sconto in negozio. Inoltre, chi scatterà un selfie in negozio, taggandosi con l’hashtag #followtherider, riceverà subito una T-shirt MCS in omaggio.

Il fumetto del Rider, che celebra il simbolo di MCS, racconta la storia di un cowboy urbano, solitario e burbero ma anche romantico e leale. In sella alla sua moto, una Indiana Custom, corre ostinatamente incontro al “domani”. Un uomo specchio di due mondi in rapporto dialettico tra di loro, la wilderness e la urban life.  È coraggioso e supera il suo passato affrontando gli eventi che gli si parano davanti. Il prossimo numero verrà presentato nell’autunno 2016.

Giuseppe Palumbo, classe 1964 nato a Matera, ha cominciato a pubblicare fumetti nel 1986 su riviste come Frigidaire e Cyborg per entrare nel 1992 nello staff della Bonelli Editore per Martin Mystére prima e in quello della Astorina per Diabolik poi. Inoltre, ha pubblicato diversi graphic novel. È stato copertinista per Mondadori, e dal 2003 è il copertinista ufficiale dei romanzi di Stefano Benni per Feltrinelli. Ha collaborato con l’Unità, il Manifesto, il Sole24Ore, SlowfoodMagazine. Dal 2006 è uno dei soci fondatori del collettivo interdisciplinare Action30.

Il fumetto del Rider MCS è nato in collaborazione con Giulio Giordano, fumettista ed illustratore, fondatore della scuola di fumetto e illustrazione Redhouse Lab. Esordisce nel fumetto disegnando l’albo “X-comics” per Coniglio Editore; nel 2014 per Sergio Bonelli Editore disegna I Due Re, scritto da Paola Barbato per la collana “Le Storie” e un episodio del webcomic Rusty Dogs di Emiliano Longobardi. Nello stesso anno, su testi di Giuseppe Palumbo, disegna il volume I cruschi di Manzù (Lavieri). Collabora inoltre, come pittore, con alcune gallerie d’arte nazionali.

*Questo post è realizzato in collaborazione con e sponsorizzato da MCS.