Ghosts: un fumetto da mezzo milione di copie

C’è un fenomeno editoriale negli States che sta passando praticamente inosservato dalle nostre parti. Si tratta di Raina Telgemeier (classe 1977) e dei suoi fumetti da milioni di copie vendute.

Il nuovo graphic novel della Telgemeir, intitolato Ghosts, sta per essere distribuito in USA con una prima tiratura record di 500.000 copie (come scrive Heidi McDonald su Comics Beat, è probabilmente la tiratura più alta mai stampata per un singolo graphic novel).

Ghosts0
Inoltre, attualmente, le tirature complessive dei suoi altri libri ammontano a 6,6 milioni di copie. Telgemeir è autrice di vari altri libri, tra cui gli autobiografici Sorelle e Smile (in Italia per l’editore Il castoro), quest’ultimo per oltre quattro anni di fila nella classifica bestseller del NY Times. I suoi lavori rientrano nella categoria Young Adult, in costante crescita nel mercato statunitense, come dimostrano i numeri della Telgemeir, il successo della serie Zita the Space Girl di Ben Hatke, e l’avvicinamento anche di editori tradizionali di fumetto a questo filone produttivo. Un esempio: il recente L’imbattibile Squirrel Girl della Marvel (ma tutto questo meriterebbe un ragionamento più ampio).

Ghosts è una storia di fiction. Racconta di una famiglia che si trasferisce in una città costiera, per la salute della figlia, Catrina, malata di fibrosi cistica. Tutto ruota poi attorno alla necessità di Catrina di adattarsi alla nuova città e alla propria malattia, facendo il conto anche con alcune strane storie di fantasmi che accompagnano il luogo.