x

x

RubricheRadarRadar. 8 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Radar. 8 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Marvel Omnibus Capitan America di Jack Kirby (Panini Comics). Nel 1976, dopo un inizio di decennio passato a realizzare storie per la DC (roba tipo il Quarto Mondo e O.M.A.C.), Jack Kirby torna alla Marvel per scrivere e disegnare Capitan America, il personaggio da lui creato trentacinque anni prima assieme a Joe Simon. Questo omnibus raccoglie tutto quel materiale: ben 568 pagine di fumetti di Kirby, non fatevele scappare.

Tra l’altro, una delle storie contenute all’interno dell’omnibus è la celebre Bomba di follia, di cui una volta io e il nostro Alberto Brambilla abbiamo discusso @ la Pozza di Niguarda. Non mi ricordo bene cosa mi abbia detto perché quando sono alla Pozza io riesco solo a pensare a quanto mi piace la natura e sono abbastanza stordito dal rumore delle rane che gracidano, però aveva a che fare col fatto che a lui non fosse piaciuta molto mentre a Fabio Gadducci sì e che quindi si era messo a saltellare cantilenando bomba-di-follia-bomba-di-follia per difenderla. Adesso gli scrivo su FB per vedere se vuole intervenire a dire la sua. Intanto, invito tutti gli amici di Milano che volessero farmare Scyther a venire alla Pozza perché è pieno.

EDIT: proprio appena andati online, è arrivato il contributo di Alberto:

In effetti l’episodio riportato da Dario accadde davvero. Si trattò di una discussione storico-filologica con l’esimio Fabio Gadducci riguardo la produzione di Kirby come autore unico, che ebbe il suo apice nell’analisi critica di Bomba di Follia, con argomentazioni alate quali “è brutto perché è brutto” oppure “è bello perché mi è piaciuto”. Purtroppo Gadducci mi tirò uno “Specchio-riflesso”, contro cui nulla poté il mio “Faccia-di-serpente”. Da allora è stabilito fino alla fine dei tempi che Bomba di Follia è un capolavoro indiscusso del fumetto di supereroi.

capomnibus

Terry e i pirati – Le giornaliere e le domenicali vol. 1 1934-1936 (Editoriale Cosmo) & Dick Tracy – Le giornaliere e le domenicali vol. 1 1931-1933 (Editoriale Cosmo). Cosmo si sente caldissima e spara una pregevole doppietta tipo quelle che ha imbustato per tutto il campionato Higuaín ma che adesso speriamo non le metta più perché la Juve fa schifo e credo che questo sia il punto fermo su cui tutto il fumettomondo dovrebbe concordare e da cui dovrebbe ripartire per creare un ambiente pacifico, rilassato e maturo, in cui non ci sia più bisogno di usare il palco delle premiazioni dei principali premi di settore (Gran Guinigi, Micheluzzi, Boscarato) per fare affermazioni passivo-aggressive (per quello abbiamo sempre Facebook raga 😎😎😎).

Beh, insomma, i fumetti: il primo volume raccoglie la celebre striscia avventurosa di Milton Caniff, uno dei maestri assoluti del fumetto (la lista di quelli che in un modo o in un altro nella loro carriera si sono rifatti a lui è sterminata, ve la metterei anche ma sarebbe soltanto uno sterile name-dropping, vi basti sapere che fra i suoi più grandi ammiratori c’era Hugo Pratt); il secondo volume invece – progettato graficamente nientepopodimeno che da Ashley Wood – raccoglie le strisce di Dick Tracy, il celebre detective dalla mascella squadrata creato nel 1931 da Chester Gould. Forse alcuni di voi lo conoscono per quel bizzarro film del 1990 con e di Warren Beatty che ancora adesso ogni tanto alla sera passano su qualche canale sfigato tipo Iris o Rai Movie.

Batman: il Cavaliere Oscuro III – Razza suprema #3 (RW-Lion). Terzo appuntamento con Razza suprema, il seguito de Il ritorno del Cavaliere Oscuro e de Il Cavaliere Oscuro colpisce ancora scritto da Brian Azzarello (supervisionato da Frank Miller) e disegnato da Andy Kubert. Il nostro puntualissimo Andrea Antonazzo sta seguendo e recensendo per voi ogni numero contestualmente alla loro uscita negli Stati Uniti, trovate tutto qui.

(per i più pigri di voi, il recap di questo terzo albo è qui)

Dylan Dog #359 – Sul fondo (Bonelli). Il nuovo numero di Dylan Dog, scritto da Matteo Casali e disegnato da Marco Nizzoli. Vai con la sinossi:

Alla porta di Craven Road 7 si presenta un ragazzo chiamato Holden che soffre di ipertimesia, un disturbo che costringe a ricordare tutti i dettagli autobiografici, anche quelli superflui. Holden decide di rivolgersi all’Indagatore dell’Incubo quando la sua mente inizia a ricordare altro, fatti criminosi non commessi da lui, risalenti a molto tempo prima…

PESANTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 😱😱😱

The Fuse vol. 1 – La variabile russa (saldaPress). Adesso vi spiego come viene scritto Radar solitamente.

Opzione 1: con un po’ di taglia e cuci creo le voci dei fumetti di cui abbiamo già parlato sul sito a partire dagli articoli scritti da qualche puntuale collega; poi magari convinco qualche povero ignaro tipo il nostro immarcescibile Alberto Brambilla o l’inestinguibile Andrea Fiamma a farmi da special guest nell’episodio; qualche comunicato stampa; infine, una voce in cui racconto una manciata di fatti miei non necessariamente correlati al fumetto di cui sto parlando. Ecco, avete la puntata standard.

Opzione 2: non c’ho voglia di scriverlo, quindi lo scrivo lo stesso ma lo firmo ‘redazione’. Le riconoscete, sono le puntate che sembrano scritte da un robot.

Opzione 3: alle 2 del pomeriggio del giorno precedente alla deadline, l’indomito timoniere di questa barca mi scrive su Telegram ‘vai di Radar’. Io provo a rispondere ‘ehhh ma questa settimana non c’è niente’, anche se quasi sempre c’è qualcosa, è solo che io non ho voglia di scriverla perché c’ho le malaje. Quindi stiliamo insieme l’elenco delle uscite notevoli, la maggior parte delle volte litighiamo perché fosse per me questa rubrica si chiamerebbe GRANT MORRISON – COSA CAZZO LEGGETE A FARE GLI ALTRI FUMETTI. Poi di solito aspetto l’ultimo secondo buono per prepararla e finisco a scriverla in un orario imprecisato del mattino che va dalle 4 alle 6, che è anche l’orario in cui sono più scoperto per quanto riguarda gli psicofarmaci che prendo e quindi adesso forse capite perché ogni tanto questa rubrica sembra scritta da un bi-polare ciclotimico.

Tutto questo per dire che ‘sto giro ho raggiunto la Cima Coppi della mia incredibile pigrizia facendo un bello screenshot di quello che mi ha detto, in un momento di swag, l’indomito timoniere mentre mi consigliava di inserire The Fuse dentro a Radar.

thefuse

Ecco, ha già detto tutto lui. Però nel caso non vi bastasse, c’è pure un tweet del sommo Direttore:

E qui l’anteprima.

Dall’estero:

bonecoda

Bone: Coda (Cartoon Books). Un albo celebrativo per il venticinquennale del primo numero autoprodotto di Bone. Oltre alla presenza del Bone Companion – un’agile guida di lettura e approfondimento sull’arte e sul mondo di Bone scritta da Stephen Weiner – la vera chicca è la nuova storia di 32 pagine in bianco e nero scritta e disegnata da Jeff Smith stesso. Qui l’anteprima.

Adventure Time Comics #1 (BOOM! Studios). Un’antologia di fumetti ambientati nella Terra di Ooo, scritti e disegnati da gente tipo Tony Millionaire, Katie Cook ed Art Baltazar. Contatemi dentro.

Eccoci, questa puntata chiude la terza stagione di Radar. Ci siamo divertiti, abbiamo urlato le parolacce come i protagonisti di quel magnifico programma che era Tourettes Rocks e talvolta anche parlato di fumetti. Adesso la rubrica va in vacanza perché tanto ad agosto non esce mai niente di bello.

Ultimi articoli

Lorenzo Mattotti ha illustrato il manifesto per l’Italia ospite d’onore alla Fiera del libro...

L’illustratore e fumettista Lorenzo Mattotti ha realizzato il manifesto della Fiera del libro di Francoforte 2024.

3 cose da vedere in streaming su Netflix a marzo 2024

Una selezione di film e serie tv, d’animazione e live-action, tra le novità disponibili in streaming su Netflix a marzo 2024.
neil gaiman asta fumetti

Neil Gaiman mette all’asta parte della sua collezione di disegni e fumetti rari

Neil Gaiman, l'autore di The Sandman e American Gods, ha deciso di messo all'asta una serie di oggetti della sua collezione personale.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO