Radar. 10 fumetti da non perdere usciti questa settimana

La fidanzata di Minami (Coconino Press). Secondo volume della collana Doku di Coconino, dedicata al manga d’autore contemporaneo. In questa serie di racconti surreali realizzati da Shungiku Uchida assistiamo alla vita di coppia di una sedicenne che si ritrova rimpicciolita alle dimensioni di una piccola bambola. Qui le prime pagine da leggere.

migliori fumetti settimana fidanzata di Minami fumetto coconino

Le grandi storie dell’orrore (Panini Comics). Oltre 50 storie di paura tratte dal periodo pre-Marvel anni ’50 e ’60, ricolorate e restaurate per l’occasione. Tra gli autori, una serie di grandi nomi: Stan Lee, Steve Ditko, Jack Kirby, Bill Everett, Gene Colan, Russ Heat, Jim Steranko e John Romita Sr.

Stelle o sparo (Bao Publishing). È il debutto sulla lunga distanza della giovane fumettista italiana Nova. Qui un po’ di pagine da sfogliare e di seguito la sinossi:

Due amiche, un momento di crisi. L’idea di una vacanza su un’isola, vissuta come se fossero pirati. La ricerca di un senso alla propria vita, l’incontro con un bambino enigmatico, che forse è portatore di una solitudine complementare a quella di Stella, la protagonista.

Diletta (Hikari Edizioni). Un manga realizzato da Osamu Tezuka tra il 1968 e il 1969, un’opera adulta che racconta di intrighi tinti da elementi sovrannaturali, con al centro un produttore televisivo ambizioso al punto tale da diventare spietato e una ragazza che cade tra le sue grinfie, difesa però dal fidanzato fumettista. Qui le prime pagine del volume.

La linea del fronte. Un’avventura rocambolesca di Vincent Van Gogh (Coconino Press). Secondo volume della serie di Manu Larcent che mette personaggi realmente esistiti al centro di storie di fantasia. Dopo Freud nel Far West è ora la volta di Vincent Van Gogh, che ritroviamo arruolato nell’esercito francese durante la Prima guerra mondiale. Qui deve dipingere “l’anima” del conflitto per i politici e i generali che, lontani dal fronte, proprio non capiscono la riluttanza dei soldati ad andare a morire in prima linea per la patria. Qui le prime pagine.

I pescatori di mezzanotte (Oblomov Edizioni). Una selezione di racconti realizzati dal maestro del gekiga Yoshihiro Tatsumi tra il 1972 e il 1973. In queste nove storie l’autore mostra il suo pessimismo raccontando la società nipponica del Dopoguerra, vittima di un feroce e veloce sviluppo economico e di cambiamenti che mettono in discussione la condizione dell’uomo e talvolta la sua integrità.

È stato bellissimo. I nasoni al tempo dell’amore (ComicOut). La prima raccolta delle storie dei Nasoni, le strisce di Joshua Held pubblicate online e su Linus. Tra amore, sesso, commedia e surreale: uno spaccato delle relazioni di coppia al tempo dei social. Qui un po’ di pagine in anteprima.

Nathan Never – Generazioni n. 1 (Sergio Bonelli Editore). È il primo numero della nuova miniserie di Nathan Never dopo Annozero e Rinascita, che mostra diverse versioni alternative del personaggio. La copertina di questo albo è un chiaro omaggio a Sin City di Frank Miller.

Briggs Land vol. 2 (Edizioni BD). Prosegue la nuova saga creata da Brian Wood, qui in collaborazione con il disegnatore italiano Werther dell’Edera, tra gli altri. Briggs Land suegue le trame di un gruppo di indipendentisti in una terra che cerca – spesso con violenza e illegalità – di separarsi dallo Stato americano. Prendendo ispirazione da fatti realmente accaduti nel passato negli Stati Uniti, Wood crea una serie dai risvolti realistici, dalla quale verrà presto tratta una serie tv per il canale americano AMC.

Ariol vol. 1 e 2 (BeccoGiallo). Una serie per bambini scritta da Emmanuel Guibert – noto per i graphic novel Il fotografo e La guerra di Alan – con disegni di Marc Boutavant. La serie racconta le strampalate avventure di una asinello antropomorfo e dei suoi amici animali.