Cosa c’è su “Fumo di China” 314 di gennaio 2022

fumo di china 314 gennaio 2022

La rivista di critica e approfondimento sul fumetto Fumo di China torna in edicola con il numero 314 di gennaio 2022, che presenta una copertina di Angel Fernandez dalle storie di Larry Mannino, classico del fumetto argentino a cui è dedicato un lungo articolo.

Tra le altre cose il numero presenta un dossier su fumetto e crossmedialità con interviste al regista Fabio Guaglione sul suo nuovo progetto Quarantine Prophets e a Guido Brualdi tra comics e rock’n’roll. Il ritorno per il suo 25° anniversario del Manga Giornale, incentrato sul fumetto orientale, con focus sulla mostra sul palazzo Tokiwa-so e le opere di Machiko Kyo. Seguono un’intervista sui fumetti al musicista Steve Hackett (ex Genesis), una lunga analisi su Gianfranco Manfredi e la cultura popolare a partire dal suo nuovo saggio C’era una volta il popolo e il prosieguo del definitivo Pinocchio Maltese di Luca Salvagno.

Il magazine – spillato, 24 x 33,5 cm, con 32 pagine a colori a 4 euro – è disponibile in edicola e fumetteria, ed è acquistabile anche online.

Di seguito il sommario completo.

A qualunque prezzo?

(copertina di Angel “Lito” Fernandez dalla collana Lanciostory Classic, surreale commento adatto all’editoria di oggi)

Editoriale

Cartiere e lettori, la sindrome di Stoccolma

(la penuria di carta, le ultime notizie e qualche riflessione sul panorama con affettuoso ricordo di Camillo Moscati)

News dal mondo

(le novità più sfiziose e meno segnalate da Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone, più l’esclusivo elenco di mostre)

DOSSIER Non solo fumetto

Tanti media, un solo universo

(intervista esclusiva a Fabio Guaglione sul progetto multimediale Quarantine Prophets, fumetto e romanzo… per ora)

Fare fumetti è una specie di terapia

(a colloquio con Guido Brualdi sulla sua carriera che si snoda in una sapiente alternanza tra comics e rock’n’roll)

Il respiro del grande fumetto argentino

(il ritorno di Larry Mannino allegato a La Gazzetta dello Sport rilancia le storiche historietas di Lanciostory)

Un uomo chiamato Blueberry

(in esclusiva per FdC la presentazione del volume per i soci ANAFI sul western europeo più celebre di sempre)

Bonelliani uniti per il pianeta

(il nuovo team-up di Nathan Never & Legs Weaver, con Martin Mystère & Mister No per l’ambiente)

MANGA GIORNALE 

La leggendaria casa dei manga

(dietro le quinte della mostra di Tokyo sullo storico palazzo Tokiwa-sō, tra celebri mangaka e successive celebrazioni)

La poetessa del quotidiano

(tutto quello che bisogna sapere sul “diario in pubblico” di Machiko Kyo + l’inedito manga Yonkoma Break)

Potenti metafore, tra sogni e incubi

(per le interviste di FdC a personalità dello spettacolo, le passioni del musicista Steve Hackett ex Genesis)

Fumetto e poliedricità

(il multiforme Gianfranco Manfredi e la cultura popolare in una lunga analisi del suo saggio C’era una volta il popolo)

I limiti del controllo

(il debutto in un’intera pagina di FdC del nuovo approfondimento mensile dedicato alle autoproduzioni italiane)

E ancora…

7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum delle edicole, fumetterie e librerie italiane, più le rubriche Il Podio (i top 3 del mese), Pollice Verso (un exploit in negativo), Il Suggerimento (di uscite sfiziose), Niente Da Dire (la rubrica curata dall’omonimo portale fondato da Daniele Daccò, Furibionda e Onigiri Calibro 38), approfondimenti (stavolta sul saggio Anime e Sport, il film animato Earwig e la strega, il volume con tutte le copertine di Jacovitti per il Vittorioso e il film Freaks Out), la rubrica Tempo reale (sui fumetti di realtà: tocca a The Seeds di Ann Nocenti & David Aja) e Il senso delle nuvole (sul mondo dell’editoria a fumetti), più il prosieguo delle strisce di Rebuòboli scritte e disegnate da Luca Salvagno con la versione definitiva del suo Pinocchio Maltese!

Leggi anche: Un fumetto tra i 10 libri più venduti in Italia nel 2021

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.