Le personalità multiple di Moon Knight, spiegate

personalità moon knight marvel

Nel primo trailer di Moon Knight – la nuova serie tv dei Marvel Studios per Disney+ – è rivelato che il protagonista, interpretato da Oscar Isaac, soffre di “disturbo dissociativo dell’identità” e, proprio come la sua controparte dei fumetti di Marvel Comics, potrebbe possedere varie personalità.

Erroneamente definito a volte “schizofrenia”, questo disturbo sarebbe stato provocato nel personaggio o da un trauma infantile o dal legame mentale con il dio egizio della Luna Khonshu – da cui Moon Knight prende i suoi poteri – che gli avrebbe causato un danno cerebrale. Le varie personalità del personaggio rispecchierebbero dunque le diverse sfaccettature della divinità, definito a seconda dei casi “il viaggiatore”, “l’esploratore”, “l’abbracciatore” e “il difensore di coloro che viaggiano di notte”.

Nei fumetti, in realtà, il personaggio non ha scoperto subito di soffrire di questo disturbo: per anni, le varie identità da lui assunte sembravano essere da lui create per esercitare al meglio il suo lavoro di giustiziere mascherato. Due di queste – Marc (Spector) e Steven (Grant) – saranno sicuramente presenti nella serie tv, ma di seguito proponiamo l’elenco completo di tutte le personalità assunte da Moon Knight nel corso degli anni.

  • Marc Spector: la personalità originale, che esordì insieme al personaggio. Si tratta di un ex pugile, ex agente della C.I.A. ed ex mercenario di origine ebraica, che, nel corso di una missione in Sudan, scoprì la tomba di Khonshu, di cui diventò l’avatar sulla Terra.
  • Steven Grant: poco dopo la sua prima apparizione come super eroe, Spector iniziò a usare anche l’identità di questo uomo d’affari, trasformando i suoi ricavi da mercenario in una piccola fortuna. In questo modo, riusciva anche a frequentare i “salotti buoni”, per ricavare informazioni. Piccola curiosità: Steven Grant è anche il nome dello sceneggiatore di una delle prime storie con protagonista Moon Knight. Dalla sinossi della serie tv, sembra invece che nel Marvel Cinematic Universe Steven Grant sia un impiegato nello shop di un museo, anziché un milionario.
  • Jake Lockley: per indagare invece nei “bassifondi” di New York, Marc Spector si creò l’identità di questo tassista, diventando confidente della proprietaria di un diner e dei suoi due figli e riuscendo spesso a raccogliere informazioni dai suoi clienti.
  • Mr. Knight: indossando la sua classica maschera ma con un completo totalmente bianco anziché il costume con cappuccio e mantello, con questa identità Marco Spector fece per un breve periodo da consulente per la polizia di New York.

Creato nel 1975 dallo sceneggiatore Doug Moench e dal disegnatore Don Perlin, nei fumetti Marc Spector è stato avvicinato in punto di morte dal dio egizio della Luna Khonshu, che gli ha offerto una nuova chance di vita, oltre a superforza e riflessi sovrumani. Le sue ricchezze, inoltre, gli hanno dato la possibilità negli anni di utilizzare un’ampia gamma di mezzi di trasporto personali e avanzati gadget tecnologici. In passato ha fatto parte anche degli Avengers, in particolare nei West Coast Avengers e nei Secret Avengers.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.