Quante volte Batman ha ucciso nei film?

film batman uccisioni

Qual è il Batman con il maggior numero di uccisioni a suo carico nei film a lui dedicati nel corso dei decenni? Nei fumetti, Batman ha sempre avuto un atteggiamento ambivalente nei confronti dell’atto di uccidere. Nei primi anni di pubblicazioni, il suo comportamento giustizialista tradiva l’ispirazione pulp degli autori, poi negli anni ha preso piede la regola di non uccidere gli avversari, pur con diverse eccezioni.

Un discorso simile vale per i film dal vivo, in cui le uccisioni e il divieto di usare armi sono stati affrontati in maniera diverse da pellicola a pellicola, come conferma una retrospettiva di CBR. In sintesi, i Batman che si sono attenuti al divieto di uccidere sono solo due: quello di Batman & Robin (interpretato da George Clooney) e quello di The Batman (Robert Pattinson). Ma la situazione cambia – anche piuttosto radicalmente – film dopo film.

Il Batman di Adam West, per esempio, protagonista di un film del 1966 che portava sul grande schermo la serie tv degli anni Sessanta, uccide uno scagnozzo del Pinguino in maniera accidentale (e altrettanto fa Robin). Il Pinguino aveva infatti disidratato i suoi sottoposti per poi farli rinvenire con dell’acqua pesante usata per una pila atomica. L’acqua aveva reso i corpi altamente instabili, tanto da farli disgregare al minimo impatto.

Nei due film diretti da Tim Burton, Micheal Keaton interpreta un supereroe dal grilletto facile: uccide diversi membri delle gang di Joker e Pinguino, gettandoli giù dall’alto, con l’artigliera della Bat-mobile e del Bat-wing o con ordigni di varia natura. Anche i due cattivi sono uccisi indirettamente da Batman. Nel primo film, Batman usa il suo rampino legando il piede del Joker a un gargoyle per impedirgli la fuga. La statua, poco dopo, si stacca dal muro facendo precipitare il criminale nel vuoto. Nel secondo film, Batman libera uno stormo di pipistrelli che attaccano il Pinguino, che morirà poco dopo. Mr. Sunday Movies ha contato in totale 20 uccisioni a carico di Keaton.

In Batman Forever, Val Kilmer causa invece la morte di 6 scagnozzi durante un inseguimento con la Bat-mobile, per poi uccidere – indirettamente – Due Facce, facendolo cadere dalla trappola in cui è ambientato il finale del film.

Passando ai tre film diretti da Christopher Nolan, il Batman di Christian Bale uccide diversi membri (tra 10 e 12) della Setta delle Ombre in Batman Begins, oltre a Ra’s al Ghul, che Bruce decide di non salvare nel climax della pellicola, condannandolo a morte certa. In Il cavaliere oscuro si macchia dell’omicidio di Due Facce. Ne Il cavaliere oscuro – Il ritorno, Batman spara con il Bat-wing al camion che trasporta il reattore a fusione, uccidendo il guidatore e obbligando Talia al Ghul a passare alla guida (morirà poco dopo anche lei dopo aver sterzato bruscamente per evitare i missili del Batwing).

Il titolo di Batman più spietato spetta però al Batman interpretato da Ben Affleck in Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League. Quello dei film di Zack Snyder è un Batman che si ispira all’eroe duro e in là con gli anni de Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller. Nel primo dei due film, tra le vittime degli inseguimenti con la Bat-mobile e le varie sequenze di scontro, Batman uccide 21 persone (più altre 11 in una scena che si rivela però essere un sogno). In Justice League non uccide nessuna forma di vita umana, ma in compenso stermina un numero altissimo di parademoni, le creature al soldo di Steppenwolf.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.