Asta record per il primo fumetto di Marvel Comics

marvel comics 1 asta record

Una copia di Marvel Comics 1 è stata battuta all’asta per la cifra record di 2 milioni e 400 mila dollari. L’albo, pubblicato 83 anni fa, il 31 agosto del 1939, fu il primo fumetto della casa editrice Timely Publications, che nel 1963 avrebbe preso il nome definitivo di Marvel Comics.

Si tratta del secondo fumetto Marvel più caro al mondo, dietro a una copia di Amazing Fantasy 15, con il debutto di Spider-Man, battuta all’asta per 3 milioni e 600 mila dollari nel 2021 (attualmente il fumetto più costoso al mondo in assoluto).

Questa copia di Marvel Comics 1 fu scoperta nella metà degli anni Novanta e apparteneva a Lloyd Jacquet, il capo della Funnies Inc., azienda che tra gli anni Trenta e Quaranta produceva fumetti per diverse pubblicazioni. Tra queste ci fu anche Marvel Comics 1.

La copia battuta all’asta è ancora più speciale perché è quella “aziendale” su cui Jacquet aveva annotato quanto doveva retribuire i fumettisti che avevano realizzato le storie al suo interno. È così ad esempio che si scopre che il disegnatore Frank R. Paul fu pagato 25 dollari per realizzare la copertina.

«Possedere la copia di Marvel Comics 1 con queste annotazioni è come possedere una prima edizione di un romanzo di Charles Dickens in cui lo scrittore documentava i suoi diritti d’autore», ha dichiarato l’esperto di fumetti Douglas Wolk al New York Times.

CGC, la società che si occupa della valutazione ufficiale dello stato di conservazione dei fumetti da collezione, ha assegnato all’albo in questione un voto pari a 9.2 (su un massimo di 10), che certifica la condizione quasi perfetta del fumetto. Si è a conoscenza solo di un’altra copia di Marvel Comics 1 valutata maggiormente (9.4), battuta all’asta nel 2019 per 1 milione e 260 mila dollari.

Marvel Comics 1 fu tirato in 80 mila copie, non molte per l’epoca, ma andò esaurito quasi subito e fu ristampato. La seconda edizione fu un successo clamoroso e vendette circa 800 mila copie. Tutto questo spinse l’editore Martin Goodman, che fino a quel momento aveva pubblicato solo riviste pulp, a continuare e ampliare la pubblicazione di comic book.

Sulla copertina, postdatata ad ottobre per questioni di distribuzione, era raffigurato un minaccioso uomo avvolto dalle fiamme. Era la prima Torcia Umana, un androide creato dallo scrittore Carl Burgos che non ha nulla a che vedere con il ben più famoso membro dei Fantastici Quattro creato nel 1961 da Stan Lee e Jack Kirby.

Nelle sessantaquattro pagine dell’albo, oltre alla Torcia Umana, facevano la loro prima comparsa Angelo di Paul Gustavson, un eroe baffuto e dall’aura quasi mistica, Ka-Zar, un clone di Tarzan, il Cavaliere Mascherato, un pistolero del west creato da Al Anders, Namor il Sub Mariner, disegnato dal pioniere del fumetto supereroistico Bill Everett, e diverse storie umoristiche usate come riempitivo.

Leggi anche: Quante volte Batman ha ucciso nei film?

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.