Warner Bros. Discovery vorrebbe ripensare film e serie tv DC Comics

film serie tv dc comics

A una settimana dalla fusione tra Warner Media e Discovery, la nuova proprietà ora nominata Warner Bros. Discovery starebbe progettando una profonda revisione di DC Entertainment, società che controlla l’editore DC Comics e quindi tutti i suoi personaggi e prodotti.

Questa riorganizzazione, come riportata da Variety, riguarderebbe la pianificazione di una strategia di sviluppo dei film e delle serie tv di DC Comics. Una notizia che sembrerebbe confermare quanto già si sapeva dalla scorsa estate, cioè quando venne annunciata l’acquisizione di Warner Media da parte di Discovery.

Secondo il report, David Zaslav, l’amministratore delegato a capo di Warner Bros. Discovery, vorrebbe creare un universo coeso di film e serie tv in grado di fare davvero concorrenza alle produzioni dei Marvel Studios. Voci di corridoio dicono anche che Zaslav stia cercando una persona che possa ricoprire un ruolo creativo e dirigenziale simile a quello che riveste il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, in modo da ricercare lo stesso successo nelle produzioni del cosiddetto DC Extended Universe.

Tra i possibili candidati di cui si è vociferato c’è Emma Watts, ex dirigente cinematografica di 20th Century Studios e Paramount, ma da quanto riporta Variety non sembra che Watts accetterà il lavoro.

Secondo le fonti citate, quello che finora non ha funzionato nella gestione di film e serie tv pare sia stata la mancanza di una visione e di un controllo complessivo e lungimirante. Anche se non sono mancati sporadici successi al botteghino, come AquamanThe Batman e Joker, quello che è mancato è infatti il saper costruire una narrazione forte e coesa tra tutte le produzioni.

L’esempio più significativo riguarda le serie tv. Basta infatti pensare alle molte proposte presenti sul mercato da anni ma completamente scollegate tra loro, sia per estetica che per narrazione: le serie tv dell’Arrowverse ospitate dal network The CW, quelle su HBO Max (Titans e Doom Patrol), Peacemaker (uno spin-off del film Suicide Squad di James Gunn) e i futuri spin-off di The Batman vivono infatti vite del tutto separate. Un principio totalmente diverso rispetto all’accentramento operato da Marvel negli ultimi anni con le sue produzioni televisive, tutte proposte su Disney+ e tutte interconnesse tra loro e tra gli oltre 20 film del Marvel Cinematic Universe, un franchise multimilionario che è stato progettato con una visione precisa sin dal 2008.

Sempre secondo quanto scritto da Variety, Discovery pensa che diversi personaggi DC di primo piano come Superman siano stati sfruttati poco e male e debbano essere rivitalizzati. Mentre produzioni di successo come Joker di Todd Phillips debbano essere l’esempio da seguire per sfruttare personaggi secondari.

In tutto questo, bisogna notare come l’articolo di Variety non citi esplicitamente la parte dedicata al fumetto. Al momento quindi non è chiaro se Discovery abbia in progetto una revisione aziendale di DC Comics e dei suoi piani editoriali.

Leggi anche: Annunciato il nuovo attore che interpreterà Diabolik

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.