x

x

NewsLe scene dei titoli di coda di "Doctor Strange nel Multiverso della...

Le scene dei titoli di coda di “Doctor Strange nel Multiverso della follia”, spiegate

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

scene titoli di coda doctor strange multiverso della follia

Come tutti i film Marvel (e non solo), anche Doctor Strange nel Multiverso della follia presenta delle scene fra i titoli di coda. In questo caso sono due, una pensata probabilmente per aprire a nuovi scenari futuri e la seconda per chiudere una gag aperta durante il film. Entrambe però presentano degli ospiti speciali. Ma andiamo con ordine.

Nella prima delle due scene – posta a metà dei titoli di coda – ritroviamo il Doctor Strange a spasso per il Greenwich Village dopo la conclusione del film, quando una donna (interpretata da Charlize Theron) attira la sua attenzione e gli dice che la sua incursione nella sua dimensione ha provocato dei problemi. La donna apre poi un portale attraverso il quale si intravede questa dimensione, che ricorda molto quella di Dormammu dal primo film del Doctor Strange. I due si tuffano all’interno del portale, e la scena finisce così.

Anche se il personaggio non viene nominato, i fan dei fumetti Marvel l’avranno di certo riconosciuto: Si tratta di Clea, storica fidanzata del Doctor Strange, che fece il suo esordio nel novembre 1964 sulle pagine di Strange Tales 126, in una storia di Stan Lee e Steve Ditko (creatori anche di Stephen Strange) pubblicata in Italia su Marvel Masterworks: Doctor Strange 1. Nei fumetti, Clea proviene dall’universo noto come Dimensione Oscura ed è la nipote di Dormammu. Anche Clea è in grado di padroneggiare le arti mistiche a un livello molto alto, grazie soprattutto all’aiuto di Stephen Strange, del quale è stata a lungo allieva.

Dopo essere apparso nel finale Doctor Strange nel Multiverso della follia, questo personaggio sarà probabilmente al centro del seguito del film. Anche se non è ancora stato ufficialmente annunciato, in fondo ai titoli di coda viene infatti segnalato che «il Doctor Strange tornerà», come da consuetudine dei Marvel Studios.

Nella seconda scena, che si trova alla fine di tutti i titoli di coda, rivediamo invece il venditore ambulante di polpette di pizza al quale il Doctor Strange aveva lanciato un incantesimo perché si prendesse a pugni da solo nel corso del film. In questa scena, vediamo gli effetti dell’incantesimo terminare, e a quel punto il venditore esclama semplicemente «È finita!».

La particolarità di questa scena è che a interpretarla è Bruce Campbell, attore “feticcio” di Sam Raimi. Grande amico di Raimi, l’attore è stato infatti l’Ash Williams di La Casa (in originale The Evil Dead) e dei suoi seguiti ed è apparso almeno in una scena in quasi tutti i film del regista, compresi i tre di Spider-Man con protagonista Tobey Maguire usciti fra il 2002 e il 2007.

Leggi anche:

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

Ultimi articoli

Lorenzo Mattotti ha illustrato il manifesto per l’Italia ospite d’onore alla Fiera del libro...

L’illustratore e fumettista Lorenzo Mattotti ha realizzato il manifesto della Fiera del libro di Francoforte 2024.

3 cose da vedere in streaming su Netflix a marzo 2024

Una selezione di film e serie tv, d’animazione e live-action, tra le novità disponibili in streaming su Netflix a marzo 2024.
neil gaiman asta fumetti

Neil Gaiman mette all’asta parte della sua collezione di disegni e fumetti rari

Neil Gaiman, l'autore di The Sandman e American Gods, ha deciso di messo all'asta una serie di oggetti della sua collezione personale.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO