Marvel cambia le origini del Punisher

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

punisher origini

Nel terzo numero della nuova serie a fumetti del Punisher scritta da Jason Aaron e disegnata da Jésus Saiz and Paul Azaceta, pubblicato questa settimana negli Stati Uniti, Marvel Comics ha cambiato parzialmente le origini del personaggio.

Nella storia presente nell’albo è infatti rivelato che Frank Castle uccise per la prima volta molto tempo prima di diventare un marine e ancora di più rispetto alla nascita vera e propria del Punisher. In un flashback, gli autori hanno raccontato che, quando era bambino, Frank uccise un malavitoso del suo quartiere – responsabile di aver ammazzato per strada una coppia – dandogli fuoco, con indosso una maschera di Capitan America.

punisher origini

Questa modifica alle origini del Punisher è servita a Jason Aaron per giustificare l’attuale ruolo del personaggio all’interno della Mano. Frank Castle infatti è stato scelto come killer supremo del clan di ninja assassini in quanto personificazione vivente del concettro astratto dell’uccidere, cosa che rappresenterebbe a quanto pare da sempre.

Nei due numeri precedenti, Aaron e i suoi co-autori avevano già modificato il logo del Punisher – per dargliene uno che richiama la Bestia, l’entità maligna a cui il clan è devoto – e gli avevano fornito una nuova missione al fianco proprio della Mano, riportando persino in vita misticamente Maria, la moglie defunta dell’antieroe (come avevamo raccontato qui nel dettaglio).

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.