Come finisce l’ultimo episodio di “Berserk” realizzato da Kentaro Miura

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

berserk kentaro miura

Il capitolo 364 di Berserk è stato l’ultimo realizzato da Kentaro Miura prima della sua prematura scomparsa a maggio 2021. Di recente, la casa editrice Hakusensha ha annunciato che Berserk sarà proseguito dagli ex collaboratori dello studio di Miura, ma come sarebbe finito il manga se invece si fosse scelto di non proseguirlo?

Nel capitolo 364, i protagonisti del manga interagiscono con Moonlight Boy, un misterioso ragazzo apparso per la prima volta nel capitolo 238 di Berserk, del 2004, che appare davanti alla fazione di Gatsu nelle notti di luna piena e che sembra avere un qualche legame misterioso con lo stesso Gatsu e con Caska.

La nuova visita di Moonlight Boy e la permanenza a Elfheim rappresentano un momento di svago per il gruppo, ma la quiete viene infranta proprio sul finale dell’episodio, quando, alla luce del mattino, Gatsu e Caska assistono alla trasformazione del ragazzo in Grifis, l’ex leader della Squadra dei Falchi e principale antagonista della serie.

I nuovi autori della serie – sotto la supervisione dell’autore e amico di infanzia di Miura Kouji Mori – seguiranno le indicazioni lasciate dall’autore originario a partire proprio da questo momento, che rappresenta un cliffhanger di sicuro effetto per tutti gli appassionati di Berserk.

Il manga di Berserk esordì nel 1988 come racconto breve pubblicato da Hakusensha sul mensile Comicomi e si guadagnò una serie l’anno successivo, sul magazine Young Animal. Da allora il manga ha raggiunto i 41 volumi, subendo spesso interruzioni nella serializzazione. Tradotto in vari paesi del mondo, in Italia Berserk debuttò nel 1996, pubblicato da Panini Comics.

Berserk è un fumetto fantasy che ha per protagonista Gatsu, un guerriero che brandisce una spada enorme e viaggia per un mondo dai tratti medioevali popolato da demoni e folli nobili corrotti. Gatsu è tormentato da demoni attirati dalla sua maledizione, e la sua missione è quella di uccidere un vecchio amico trasformatosi in uno di essi.

Il manga ha ispirato una serie animata realizzata nel 1997 (disponibile in Italia su Amazon Prime Video) e una trilogia di film d’animazione usciti dal 2012 al 2013, oltre a un’altra serie anime realizzata nel 2016 e nel 2017 (disponibile su Crunchyroll).

Tra gli altri fumetti realizzati da Miura si ricordano anche Il re lupo, scritto da Buronson (lo sceneggiatore di Ken il guerriero) e Gigantomachia, entrambi pubblicati in Italia da Panini Comics, e Duranki (2019), ancora inedito in Italia.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.