“Collegio Chartwell”, il memoir di un’infanzia di abusi

collegio chartwell

Coconino Press pubblica Collegio Chartwell del fumettista underground americano Glenn Head, un graphic novel biografico incentrato sulla difficile gioventù dell’autore stesso, che è stata segnata da abusi fisici e psicologici.

Collegio Chartwell – brossurato, 248 pagine in bianco e nero, 23,00 euro – è distribuito in fumetteria e libreria dal 15 luglio 2022, e si può anche acquistare online qui.

Di seguito la sinossi diffusa dall’editore e le prime 10 pagine dal libro:

Nel 1971, il giovane Glenn viene trasferito al Collegio Chartwell, un istituto vecchio stile per “bambini difficili” che cela un oscuro mondo di abusi sessuali e psicologici. Le cicatrici emotive di questa esperienza continueranno a riemergere, scontrandosi con il silenzio di chi non vuole ascoltare, a cominciare dalla famiglia. Fino a quando, dopo 50 anni, Glenn troverà la forza di disegnare la sua storia. Profondamente empatico, implacabilmente sincero, questo nuovo classico dell’autobiografia disegnata è anche il racconto di una cura: accidentata, spesso solitaria, ma infine vincente.

collegio chartwell
collegio chartwell
collegio chartwell
collegio chartwell
collegio chartwell

Glenn Head, nato nel New Jersey nel 1958, inizia a disegnare fumetti a quattordici anni, dopo aver scoperto gli underground comix. All’inizio degli anni Novanta ha co-creato (con il fumettista Kaz) la rivista Snake Eyes, mentre dal 2005 al 2010 ha curato la serie antologica Hotwire Comics, pubblicazioni seminali e premiate del fumetto nordamericano. Per Fantagraphics ha pubblicato i graphic novel Avenue D (1986) e l’autobiografico Chicago (2015). Vive a New York.

Tutti i fumetti in uscita di questa settimana

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.