Da Zerocalcare a ZUZU, il fumetto a Festivaletteratura 2022

fumetto festivaletteratura 2022

Nell’ambito del Festivaletteratura 2022 (Mantova, 7 – 11 settembre) ci sarà uno spazio dedicato al fumetto con incontri con autori come Zerocalcare, Andi Watson, Vittorio Giardino, Milo Manara, Rita Petruccioli, ZUZU e Giacomo Bevilacqua.

Di seguito le iniziative nel dettaglio:

DI MADRI E DI PADRI 
Alex Boschetti e Sara Garagnani con Marcello Fois
Giovedì 8 settembre – 14:45 - Museo diocesano - €7,00

Nel memoir per immagini Mor Sara Garagnani segue il filo materno della storia della sua famiglia, partendo dalla nonna svedese e segnando un’eredità di genere che si misura, attraverso lo sguardo dei figli, anche con la salute mentale. Nel suo noir L’ultima madre, ambientato a Bolzano, Alex Boschetti invece parla degli uomini della famiglia e racconta l’emigrazione dal Polesine all’Alto Adige. Entrambi si confrontano con le scelte: quelle fatte dai genitori e che ricadono sui figli, condizionandone la vita, e quelle che innescano tradimenti, delusioni, e legami comunque indissolubili. Di come raccontare con la scrittura il rapporto genitori-figli Garagnani e Boschetti, bolognesi di adozione, si confrontano con Marcello Fois (La mia Babele).

D’UN TRATTO L’AVVENTURA 
Vittorio Giardino e Milo Manara con Emanuele Rosso
Venerdì 9 settembre – 15:00 - Piazza castello - €7,00

La carriera di Vittorio Giardino e Milo Manara è tempestata di incontri, esperimenti ed eroiche avventure in punta di pennino. Dalla Praga novecentesca di Jonas Fink al New England coloniale di Tutto ricominciò con un’estate indiana; dalle gesta dei Borgia e Caravaggio ai viaggi di Max Fridman, passando per il western e il fumetto erotico, la satira e il romanzo di formazione, entrambi gli artisti hanno impresso una traccia indelebile nella storia del fumetto europeo, arricchendo il proprio percorso grazie a collaborazioni memorabili (su tutte quelle di Manara con Pratt, Milani e Jodorowsky) e a potenti fascinazioni, bene esemplificate dall’amore di Giardino per la bande dessinée franco-belga e la spy-story. Muovendosi tra chine, linee chiare, storyboard e bozzetti – diversi dei quali sono stati raccolti nei recenti volumi Tratti in salvo e Panamericana.

FUMETTO E SOCIAL 
Giacomo Bevilacqua
Venerdì 9 settembre – 16:30 - Piazza Leon Battista Alberti – Area 6 - ingresso libero

Giacomo Bevilacqua e il suo A Panda piace sono l’esempio di come i social siano stati e forse siano ancora un’ottima vetrina per i fumettisti. Di comunità virtuali e della sua importante e variegata carriera (fumetti, graphic novel, testi comici per teatro e tv, cortometraggi animati, oltre 20 libri di A Panda piace, le vignette di Panda sul diario Smemoranda, numerosi premi e riconoscimenti), Keison dialoga con i giovani aspiranti fumettisti e non solo.

IL VERSO DELLE STORIE 
Amir Issaa e Lucio Villani con Chiara Trevisan
Venerdì 9 settembre – 18:00 - Museo Diocesano - €7,00 

Le storie anche molto recenti del nostro Paese possono essere veicolate in tantissimi modi e forme, soprattutto se si rivolgono ai giovani. Così è possibile che a raccontare l’attualità o dolorosi capitoli della storia italiana siano la musica, le immagini e le filastrocche. Come dimostrano Amir Issaa, autore di Vivo per questo e Educazione rap, e Lucio Villani, con il suo 20 anni dopo. Una ballata del G8. E così, da una parte, attraverso il rap si raccontano storie di immigrazione, a cui dà voce un artista italiano figlio di genitore straniero, che vive in un’Italia in cui è ancora difficile uscire dagli stereotipi. Dall’altra, è la filastrocca che si fa mediatrice di un racconto duro, quello del G8 di Genova, che ha segnato un’intera generazione di giovani che lottavano per il futuro. Tra parole e musica i due autori dialogano guidati da Chiara Trevisan, la lettrice vis à vis

IL FUMETTO CHE RIFLETTE IL MONDO 
Rita Petruccioli e Zerocalcare con Espérance Hakuzwimana
Venerdì 9 settembre – 21:30 - piazza castello - €7,00

“Chi racconta le storie ha una responsabilità, perché esse influenzano la società” diceva la fumettista Rita Petruccioli (Ti chiamo domani, Frantumi, creato insieme a Giovanni Masi) in una intervista del 2021. Sul palco di Festivaletteratura la affianca Zerocalcare (Scheletri, Kobane Calling, Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia), da sempre abituato a raccontare il proprio impegno civile attraverso la nona arte: entrambi sanno trasporre con delicatezza sulla pagina le fragilità e le problematiche comuni a molteplici generazioni, lottando contro gli stilemi più canonici e gli stereotipi che “generalizzando riducono la complessità” di quello che è il mondo reale. A tenere le fila del discorso sarà la scrittrice Espérance Hakuzwimana.

UNA CHIACCHIERATA KAFKIANA 
Andi Watson con Giacomo Bevilacqua e Zerocalcare
Sabato 10 settembre – 14:45 - Palazzo San Sebastiano - €7,00

Se vi è mai capitato di seguire i bonari battibecchi online tra Zerocalcare (Scheletri, Macerie prime) e Giacomo Bevilacqua (Troppo facile amarti in vacanza), sapete quanto divertenti e surreali possano diventare le animate discussioni tra i due fumettisti. Cosa potrebbe succedere, allora, se messi alla prova con la risoluzione della misteriosa graphic novel Book tour. L’autore incontra il suo pubblico di Andi Watson? Chi dei due potrà vantarsi di aver indovinato il finale? Già sceneggiatore per grandi case editrici come Dark Horse, Marvel e DC Comics, l’illustratore britannico, sul palco insieme ai creatori di Secco e Panda, farà da guida tra le elucubrazioni attorno alla sua opera che mescola thriller e commedia, raccontando la genesi di questo romanzo grafico, nel quale molti addetti ai lavori potrebbero riconoscere situazioni tipiche e tragicomiche degli incontri promozionali. Andi Watson parlerà in inglese, con interpretazione consecutiva in italiano.

KARAMAZOV! 
Gud
Sabato 10 settembre – 16:00 - Casa del Mantegna - €7,00 
Laboratorio di eroismo ambientale

Timothy Top ha otto anni e una notte riceve un superpotere che cambierà la sua vita e i destini di tutte le persone a lui vicine, dandogli la forza di sconfiggere il malvagio Mister Plumbee e di salvare il pianeta. Un laboratorio che diventa il racconto recitato e disegnato delle avventure di Timothy Top, primo eroe green del fumetto italiano. I bambini entreranno nel mondo di Timothy attraverso le parole e i disegni di Gud che inviterà i partecipanti a mettersi in gioco con la creazione di un fumetto personale.

È NOSTRO DOVERE GUARDARE 
Igort e Francesca Mannocchi
Sabato 10 settembre – 17:00 - Palazzo San Sebastiano - €7,00

È nostro dovere capire. Come spiegava in una recente intervista la reporter di guerra Francesca Mannocchi: “Le guerre hanno degli elementi in comune che dovremmo essere in grado di poter leggere e poter decodificare. Esse vanno inserite sempre in un contesto, e il contesto va studiato e conosciuto, perché ne determina le ragioni profonde”. Nel mare di informazione e disinformazione in cui siamo quotidianamente immersi, quali strumenti ci possono condurre a una migliore comprensione delle vicende relative – in questo specifico caso – all’invasione russa dell’Ucraina e come è possibile liberarsi dal senso di assuefazione alla cronaca della sofferenza altrui? Mannocchi, da mesi impegnata in prima linea a raccontare gli orrori del conflitto ne ragiona insieme al fumettista e sceneggiatore Igort, che già in Quaderni ucraini e Quaderni russi aveva narrato per immagini testimonianze che inevitabilmente contengono le radici di quanto accade ai giorni nostri.

ZUZU VS. POI 
ZUZU e Giorgio Poi con Irene Graziosi
Domenica 11 settembre – 18:00 - Teatro Bibiena - €7,00

La meravigliosa cornice del Teatro Bibiena torna a fare da scenografia a un incontro in cui si mescolano musica, disegno e creatività. La giovane illustratrice ZUZU (Cheese) e il cantautore Giorgio Poi (Gommapiuma) si ritrovano sul palco per raccontare la loro poetica, produzione e soprattutto la loro amicizia e collaborazione, tra illustrazioni e note che avvolgeranno il pubblico presente. Influenzatisi a vicenda nella lavorazione e nello sviluppo del volume – e del singolo – Giorni felici, i due artisti non hanno timore di raccontare nelle rispettive opere fragilità e sentimenti che arrivano dritti al cuore del pubblico. Del modo in cui sanno descrivere l’amore con ricercata leggerezza i due ospiti parleranno insieme all’autrice e co-fondatrice del progetto Venti Irene Graziosi (Il profilo dell’altra).

Il programma completo di Festivaletteratura 2022 è consultabile online al sito della manifestazione.

Leggi anche: Perché Spider-Man ci piace così tanto

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.