Il rilancio dei Fantastici Quattro

anteprima rilancio fantastici quattro marvel comics
La copertina di “Fantastic Four” 1 disegnata da Alex Ross

Dopo la conclusione del ciclo di storie scritto da Dan Slott, il prossimo novembre la testata dei Fantastici Quattro ripartirà dal numero con un nuovo team di autori: lo sceneggiatore Ryan North (L’imbattibile Squirrel Girl) e il disegnatore Iban Coello (Venom).

Fantastic Four 1 sarà pubblicato negli Stati Uniti il prossimo 9 novembre e in questi giorni Marvel Comics ne ha diffuso alcune tavole in anteprima:

anteprima rilancio fantastici quattro marvel comics
anteprima rilancio fantastici quattro marvel comics
anteprima rilancio fantastici quattro marvel comics

Il nuovo corso della testata riporterà il supergruppo creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1961 a storie più intime rispetto a quelle di Slott, che le ha incentrate su eventi su larga scala culminati in una grande avventura nel multiverso.

Nel primo numero realizzato da Ryan North e Iban Coello seguiremo Ben Grimm e sua moglie Alica in un viaggio attraverso l’America per risolvere un problema accaduto a New York. Una volta arrivati in una piccola cittadina, i due si risveglieranno il giorno prima del loro arrivo, scoprendo di star vivendo in un loop temporale. Il secondo numero sarà invece incentrato su Reed e Sue Richards, mentre il terzo su Johnny Storm.

«Voglio raccontare storie più intime e autonome, sulla scia delle puntate di Star Trek degli anni Sessanta, in cui i protagonisti scendono su un pianeta, trovano una cosa strana, la sistemano e vanno avanti», ha raccontato Ryan North. «Avere questi quattro personaggi che arrivano in città dove c’è un mistero o un problema o qualche cosa di fantascienza, risolvono il tutto e poi vanno avanti mi è sembrato un modo molto interessante per posizionare i Fantastici Quattro e raccontare storie che sembrerebbero fresche e non come un rimaneggiamento di quello che si è già visto.»

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.