Mirka Andolfo ha vinto un Harvey Award

Una illustrazione di “Sweet Paprika”

Nella serata di venerdì 7 ottobre, nell’ambito del New York Comic Con, la fumettista italiana Mirka Andolfo è stata premiata con un Harvey Awards per il Miglior fumetto internazionale per Sweet Paprika, pubblicato negli Stati Uniti da Image Comics (qui ci sono tutti i premi nelle altre categorie).

Insieme agli Eisner Awards, gli Harvey Awards sono uno dei più importanti premi statunitensi dedicati al fumetto. Sono così nominati in memoria del fumettista Harvey Kurtzman, fondatore della storica rivista satirica Mad, e vengono assegnati sin dal 1988. Dopo aver cambiato diverse location nel corso degli anni, attualmente sono ospitati al New York Comic Con, una delle più importanti manifestazioni legate al fumetto e all’intrattenimento pop del mondo, negli Stati Uniti seconda solo al San Diego Comic-Con

Il premio assegnato a Mirka Andolfo è un evento, perché è la prima volta che un fumettista italiano riceve questo riconoscimento per un’opera di sua creazione e realizzazione, peraltro ancora in corso di pubblicazione. 

Questo considerando che in passato i premi sono andati anche ad altri italiani: a Guido Crepax nel 2001, introdotto nella Jack Kirby Hall of Fame, e a Hugo Pratt, postumo nel 2012, per l’edizione in lingua inglese di un’antologia di Corto Maltese (Corto Maltese: Beyond the Windy Isles), ma si tratta di premi alla carriera o di una cosiddetta “riscoperta di un classico”. L’unico autore di fumetti italiano che finora aveva ricevuto un Harvey Award era stata Sara Pichelli nel 2012, come Miglior nuovo talento per i suoi disegni sulla testata Ultimate Spider-Man (Marvel Comics) scritta da Brian Michael Bendis.

Sweet Paprika, edito in Italia da Star Comics a partire dal 2021, è uno dei progetti più recenti di Mirka Andolfo. È giunto attualmente al terzo volume ed è anche in fase di sviluppo come prodotto d’animazione. Racconta una favola urbana per adulti, dai toni ironici e sexy, ambientata in un universo popolato da angeli e diavoli. La protagonista è Paprika, giovane di origini italiane che vive a New York, dove dedica tutta la propria vita al lavoro mettendo il resto in secondo piano. Il tutto finché il suo fruttuoso successo non viene messo sottosopra da Dill, un ragazzo avvenente e spensierato che piomba all’improvviso nella sua esistenza spingendola a rimettersi in discussione e a ritrovare la fiducia in se stessa e negli altri.

Mirka Andolfo, che è nata a Napoli nel 1989, è tra le fumettiste italiane più di successo degli ultimi anni. Molto prolifica, è anche tra i fumettisti italiani contemporanei più noti all’estero: le sue opere sono state infatti tradotte in più paesi, e lavora contemporaneamente per gli Stati Uniti, la Francia e l’Italia. 

Il suo stile di disegno, che mischia realismo a deformazioni cartoonesche e che le consente di lavorare su opere diverse, sia umoristiche che supereroistiche, è influenzato dal fumetto fantasy francese contemporaneo, dai fumetti Disney, da W.I.T.C.H. e Sky Doll di Barbara Canepa e Alessandro Barbucci e dal fumetto asiatico. 

Le sue produzioni personali spaziano tra i generi, dalla commedia all’horror, ma sono tutte contraddistinte da un’inclinazione al fantasy e dall’incursione nell’erotismo e spesso presentano personaggi antropomorfi. Tra i temi affrontati nelle sue storie ricorrono quelli della diversità, dei rapporti interpersonali e delle relazione d’amore.

Una tavola da “Sweet Paprika”

La popolarità di Mirka Andolfo ha avuto inizio grazie al successo della commedia sexy Sacro/Profano, inizialmente pubblicata online e poi edita da Dentiblù in sei volumi a partire dal 2011. In seguito ha realizzato ControNatura, un fantasy distopico con protagonisti animali antropomorfi edito in tre volumi da Panini Comics (un nuovo capitolo è in arrivo per la fine dell’anno). Sempre per Panini Comics ha poi realizzato Mercy, un western horror in tre volumi. Tutte queste opere sono state tradotte in diverse lingue e pubblicate in più paesi.

Per il mercato americano ha collaborato con DC Comics disegnando storie di Bombshell, Harley Quinn, Punchline e Wonder Woman, oltre alla mini-serie Superman vs. Lobo, per Marvel Comics ha realizzato alcune storie di Ms. Marvel, per Image Comics ha invece realizzato le serie Deep Beyond e Hopeless.

Tra i riconoscimenti che ha ricevuto in carriera ci sono il “Premio Micheluzzi per il migliore Disegno” (Napoli COMICON, 2015) e il “Premio wow: eccellenza italiana nel mondo” (Etna Comics, 2020).

Qui si possono leggere le prime pagine di Sweet Paprika.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.