x

x

NewsÈ morto George Booth, storico disegnatore del "New Yorker"

È morto George Booth, storico disegnatore del “New Yorker”

«Hai mandato al tuo editor le pagine finali di “Organizzare la tua vita”?»
Una vignetta di George Booth per il “New Yorker” che è un classico esempio della sua produzione fatta di ironia sottile verso la classe media, ambienti caotici, oggetti ammassati, animali e luci appese.

Il disegnatore statunitense George Booth, tra i più noti e longevi collaboratori della rivista The New Yorker, è morto l’1 novembre scorso all’età di 96 anni in seguito a complicazioni dovute alla demenza senile.

George Booth aveva incominciato a lavorare per il New Yorker nel 1969, diventando ben presto uno dei disegnatori più amati e immediatamente riconoscibili della rivista, al pari di altri grandi colleghi suoi contemporanei, come Charles Barsotti e Sam Gross.

Il disegnatore era noto per le sue vignette e copertine che ritraevano soggetti ricorrenti, tra cui lavoratori sullo sfondo di officine e cantieri newyorkesi, famiglie disfunzionali della classe operaia, cavernicoli, militari, stanze trasandate piene di oggetti e scalcinate lampadine pendule. Booth aveva anche creato un personaggio che tornava spesso nelle sue vignette: Miss Rittenhouse, un’amabile anziana suonatrice di violino dal temperamento piuttosto acceso, per cui l’autore si era ispirato alla propria madre.

La storica vignetta di George Booth con protagonista Miss Rittenhouse, pubblicata dal “New Yorker” dopo la tragedia dell’11 settembre

Miss Rittenhouse, così riconoscibile dai lettori, fu anche protagonista dell’unica vignetta pubblicata dalla rivista nel numero distribuito dopo l’attento terroristico dell’11 settembre 2001. Una scelta voluta dallo storico editor del New Yorker Bob Mankoff, che volle mantenere il numero privo di battute in segno di lutto, ma che non potè rifiutare il disegno di Booth per la sua delicata e iconica rappresentazione della tragedia. Nella vignetta si vede Miss Rittenhouse insolitamente incupita, seduta al centro di una stanza in silenzio, con le mani giunte e il violino posato a terra, mentre il suo gatto si copre il volto con le zampe.

George Booth era inoltre incredibilmente amato dai lettori della rivista per i suoi animali, in particolare per i gatti e i cani – spesso di razza bull terrier – che animavano le sue vignette. «Le vignette di George con i cani sono leggendarie», ha scritto il disegnatore del New Yorker Jason Chatfield ricordando il collega. «Poteva rappresentare così tante emozioni ed energia grazie a qualcosa di così semplice come una penna a sfera. Il suo tratto era incredibilmente tremolante, ma stranamente preciso. Aveva la capacità di distillare così tante storie in una sola immagine, e nessuna era lì per caso. L’ha semplicemente “avuta”. Qualunque sia la cosa magica con cui sono nati alcuni fumettisti, lui l’ha avuta, poi l’ha affinata per tutta la sua vita fino a diventare uno dei fumettisti più brillanti ad aver messo l’inchiostro sulla carta».

L’ultima copertina realizzata da George Booth per il “New Yorker”, datata 24 gennaio 2022, che ha per soggetto uno dei classici bull terrier che hanno animato i suoi disegni

Per celebrare uno dei suoi più grandi disegnatori, a inizio anno il New Yorker aveva realizzato un documentario intitolato Drawing Life, in cui si racconta da vicino la vita e la carriera di George Booth:

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

Ultimi articoli

lilith nuova edizione bonelli

La nuova edizione di “Lilith” di Luca Enoch pubblicata da Bonelli

Lilith, la serie a fumetti ideata nel 2008 per Sergio Bonelli Editore da Luca Enoch, torna in una nuova edizione da libreria.
civil war film 2024

Civil War è un filmone su come si guarda la paura

Recensione di Civil War un film di Alex Garland che racconta le paure dei gioni nostri all'alba di una guerra civile negli Stati Uniti.

Torna “Old Boy”, questa volta come serie tv

Il manga "Old Boy" sarà ancora una volta adattato in versione live-action, questa volta in una serie per la tv.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock