x

x

Mondi POPTelevisioneLo special di Natale dei Guardiani della Galassia è divertente ma non...

Lo special di Natale dei Guardiani della Galassia è divertente ma non così speciale

- Advertisement -
guardiani della galassia holiday special recensione

Guardiani della Galassia Holiday Special, lo speciale natalizio realizzato da James Gunn per Disney+, è divertente ma purtroppo cavalca l’onda mediana a cui ci hanno abituato i Marvel Studios. Da almeno un paio d’anni, ci ostiniamo a guardare film Marvel consapevoli che saranno produzioni che non annoieranno, farcite di soldi, quindi con una fattura quantomeno competente, ma incapaci di lasciare un segno nella memoria dello spettatore – o spesso una qualsiasi emozioni che vada oltre la scrollata di spalle accompagnata da un deluso “bah”.

E questo vale tanto per i film quanto per le serie, che dopo un esordio notevole (WandaVision) si sono arenate in una zona mediana da prima serata di Italia 1. L’universo cinematografico Marvel sta facendo fatica a trovare una ragione d’esistere dopo Avengers: Endgame. È sempre stato così, perché per ogni Avengers bisognava sciropparsi uno o due film riempitivo, solo che negli ultimi tempi questa è diventata una tendenza.

Nello speciale, i Guardiani della Galassia sono impegnati a gestire Ovunque, il porto spaziale costruito dentro la testa di un Celestiale morto che hanno acquistato dal Collezionista. Venendo a sapere che Peter Quill ha un brutto ricordo del Natale, perché Yondu, quando lui era ragazzo, non voleva festeggiarlo, Drax e Mantis decidono di organizzare un Natale speciale. Si dirigono così sulla Terra per rapire l’eroe di Peter, Kevin Bacon.

Quello dello “speciale natalizio” è un genere televisivo che ha attraversato diverse incarnazioni nei decenni. Ci sono le storie commoventi, come Buon Natale, Charlie Brown!, La storia di Lumetto e Il Grinch e la favola di Natale! e poi quelle che mischiano canzoni, sketch e numeri di varietà, come lo Star Wars Holiday Special, che non è certo un esempio di qualità ma è a suo modo diventato un pezzo di Storia della tv. Guardiani della Galassia Holiday Special flirta con tutto lo spettro: ci sono infatti assurdità metaumoristiche, scene realizzate in animazione – un’animazione volutamente pessima – e i personaggi cantano canzoni festive, ma c’è anche un trama sentimentale, ci sono i buoni propositi e l’immancabile spirito natalizio.

Guardiani della Galassia Holiday Special è un’idea da cinque minuti stiracchiata per farla diventare di quaranta (gag a vuoto, scene troppo lunghe, tanti montaggi che allungano il brodo, momenti musicali a caso). Avrei voluto scrivere che la sceneggiatura sembra scritta in un pomeriggio, ma è effettivamente andata così, come ha confermato James Gunn in un’intervista all’Hollywood Reporter. La sensazione è un po’ quella da “giriamo la prima idea che ci è venuta in mente” o da cortometraggio che inserivano nei dvd dei film animati fatto con le scene avanzate.

Gunn si fa forza del budget, ci sono «le luci, Babbo Natale, i sassi», c’è grande mestiere, l’innata simpatia dei personaggi che sopravvive anche al peggiore dei copioni (tranne Chris Pratt, che già in Thor: Love and Thunder sembrava recitare solo per fare un favore a qualcuno, e qui ha di nuovo quell’aria di supponenza che stona con l’atmosfera), una bella messa in scena e un piccolo snodo di trama che lo rende parte del grande arazzo narrativo Marvel.

Tutto è al suo posto, eppure nulla colpisce il bersaglio. Nell’indecisione tra il puntare ai Peanuts o a Star Wars, Guardiani della Galassia Holiday Special non ha saputo scegliere ed è finito nel mezzo, in pieno stile Marvel Studios. È una tradizione anche quella, a suo modo.

Leggi anche:

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

- Advertisement -
*{color:var(--td_text_header_color,#000)}.td_block_template_10 .td-subcat-filter{line-height:37px;display:table}.td_block_template_10 .td-subcat-dropdown{line-height:1;position:static}.td_block_template_10 .td-subcat-dropdown .td-subcat-more{margin-bottom:0!important}.td_block_template_10 .td-subcat-dropdown ul:after{height:3px!important}.td_block_template_10 .td-related-title{margin-top:0!important}.td_block_template_10 .td-related-title a{margin-right:20px}@media (max-width:767px){.td_block_template_10 .td-related-title a{font-size:15px}}.td_block_template_10 .td-related-title .td-cur-simple-item{color:var(--td_theme_color,#4db2ec)}

Ultimi articoli

Panini DC Comics: i fumetti in uscita questa settimana

Tutti i fumetti di DC Comics che Panini pubblica in edicola, fumetteria e libreria nella settimana dal 19 al 25 febbraio 2024.
nimona netflix

Netflix ha reso disponibile “Nimona” gratis in streaming per tutti

Netflix ha reso disponibile in streaming gratuitamente il film d'animazione Nimona, in occasione della sua candidatura agli Oscar.

Anche le Tartarughe Ninja ora hanno un loro multiverso

Le Tartarughe Ninja stanno per scoprire il multiverso, attraverso l'incontro di varie versioni a fumetti e animate dei personaggi.
Aggiorna impostazioni privacy
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.