La polemica di Quentin Tarantino sugli attori dei film Marvel

quentin tarantino film marvel

Dopo Martin Scorsese e Francis Ford Coppola, anche Quentin Tarantino si è aggiunto alla lista di importanti cineasti detrattori dei film Marvel. In particolare, il regista di Pulp Fiction si è concentrato sugli attori di tali film, affermando che non sono vere star del cinema e sollevando così polemiche.

In particolare, a proposito dei film Marvel, Quentin Tarantino ha affermato che «non li amo. No, per niente. Non li odio. Ma non li amo. […] Sono le uniche cose che sembra che si facciano. E sono le uniche cose che sembrano generare un qualche tipo di entusiasmo. […] Quindi è solo il fatto che ora come ora sono l’intera rappresentazione di questa era cinematografica. Non c’è molto spazio per altro. È questo il mio problema. È un problema di rappresentazione».

«Una parte della Marvel-izzazione di Hollywood è che che hai tutti questi attori che sono diventati famosi interpretando questi personaggi» ha poi aggiunto Quentin Tarantino. «Ma non sono star cinematografiche. Giusto? Capitan America è la star. Thor è la star. Non sono la prima persona che lo dice. Credo che sia stato detto uno zilione di volte, ma sono i personaggi di questi franchise a diventare star.»

Tra i primi a commentare negativamente le parole di Quentin Tarantino c’è stato Simu Liu, interprete di Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli: «Se gli unici custodi dello stardom cinematografico fossero stati Tarantino e Scorsese, non avrei mai avuto l’opportunità di interpretare un film da oltre 400 milioni di dollari. Ammiro il loro genio cinematografico. Sono autori eccezionali. Ma non possono fare le pulci a me o a nessun altro. Nessuno studio cinematografico è o sarà mai perfetto. Ma sono orgoglioso di lavorare con uno studio che ha compiuto sforzi prolungati per migliorare la diversità sul grande schermo creando eroi che ispirano le persone di tutte le comunità, ovunque. Anch’io ho adorato la Golden Age di Hollywood, ma era terribilmente bianca».

I sostenitori di Quentin Tarantino hanno invece ripescato un video del 2018 in cui Howard Mackie – interprete di Sam Wilson/Falcon nei film Marvel – diceva sostanzialmente le sue stesse cose: «Non ci sono più star cinematografiche. Howard Mackie non è una star cinematografica, è Falcon la star cinematografica. Ed è una cosa bizzarra. Prima c’erano Tom Cruise, Will Smith, Stallone e Schwarzenegger. Andavi al cinema a vedere il film di Stallone. Andavi a vedere il film di Schwarzenegger. Ora vai a vedere gli X-Men. Quindi l’evoluzione dei supereroi ha comportato la morte delle star cinematografiche».

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.