x

x

NewsBatman è finito in una realtà parallela

Batman è finito in una realtà parallela

Il nuovo ciclo di storie di "Batman" scritto da Chip Zdarsky, raccontato numero per numero da Andrea Fiamma.

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER PER BATMAN 131

Conclusa Failsafe, la prima saga della gestione di Chip Zdarsky sulla testata, Batman riparte con un secondo arco narrativo, The Bat-Man of Gotham, che riprende le fila delle trame lasciate in sospeso dall’albo precedente.

Failsafe, il minaccioso robot creato da Batman per mettere fuorigioco l’uomo pipistrello nel caso ce ne fosse stato bisogno, ha preso il controllo di Gotham City e ha poi disintegrato Bruce Wayne di fronte a Robin. In realtà, Failsafe aveva soltanto teletrasportato Batman in un vicolo di Gotham, dove ora giace stremato.

Cosa succede nell’albo

Senza forze, Batman riprende coscienza e cerca un posto dove rimettersi in sesto. La prima persona che incontra è uno scheletro parlante con i baffi che dice di essere il commissario Jim Gordon, storico amico e collaboratore di Batman. Bruce capisce di essere in una versione alternativa di Gotham, in cui il Giudice Dent – un Harvey Dent potenziato dal siero di Bane – è a capo della polizia e gestisce la sicurezza pubblica con un pugno di ferro. Bruce fa la conoscenza di Dent mentre quest’ultimo sta imponendo la sua legge ai danni di alcuni innocenti in un palazzo popolare. I due si scontrano, e Dent viene aiutato da Firefly, che appicca un incendio.

Le cose si mettono per il peggio, ma Bruce viene soccorso da una ragazza di nome Julia (che si fa chiamare Jewel). Altrove un criminale di nome Red Mask che fa esperimenti sugli esseri umani affida a Catwoman una missione di massima priorità: trovare Bruce Wayne. A casa di Jewel, Batman capisce che il gesto di compassione di Failsafe è questo: una Gotham senza Batman.

Nell’universo regolare, Robin non si dà pace per la scomparsa di Batman. Il figlio di Superman, Jon, gli spiega che l’arma utilizzata da Failsafe – che il robot ha distrutto dopo aver fatto fuoco – proviene dalla Fortezza della Solitudine e che l’aveva messa lui lì perché, in assenza di Superman, non sapeva dove mettere tutte le armi che i nemici di suo padre si lasciavano dietro. La malavita di Gotham, venendo a sapere che Batman è scomparso, si sta dando alla pazza gioia. Jon informa Robin che il Giocattolaio è morto ma ha lasciato degli indizi che potrebbero tornare utili.

Appunti sparsi

Il disegnatore di Batman 131 è Mike Hawthorne, un nome non proprio di spicco, attivo da diversi anni (Queen & Country, Conan: Road of Kings, Deadpool, Superior Spider-Man). Nel recente passato ha già collaborato con Zdarsky ad alcuni numeri di Daredevil, nel 2021. Le prime pagine di quest’albo sono un po’ scialbe, poi però il disegnatore prende le misure e fa scorrere bene il resto del capitolo.

batman 131 zdarsky

Firefly, creato nel 1952 da France Herron e Dick Sprang, è un piromane con un costume da lucciola (in inglese “firefly”, appunto). È un cattivo di seconda fascia, a essere buoni,* e ancora nessuno l’ha degnato di un trattamento redimente, di una “grande storia” che lo faccia diventare personaggione. Forse ci sarebbe stata la possibilità con l’uscita del film Batgirl, in cui Firefly avrebbe dovuto essere interpretato da Brendan Fraser, ma il film non è mai uscito.

{*In questo numero, Zdarsky mette in bocca a Batman la battuta migliore dell’albo: «Firefly è un idiota in ogni universo».}

Il Jim Gordon-scheletro è un’idea piacevolmente strampalata che non ho ben capito se sia una proiezione mentale di Bruce o se esista davvero. Penso la prima, dato che riesce a leggere i suoi pensieri (anche se capisco bene che questo, in un fumetto di supereroi, non sia proprio un indirizio dirimente).

In The Toy Box, la prima parte della storia secondaria, viene raccontata la morte del Giocattolaio, un antagonista di Superman che usa giocattoli modificati per i propri crimini. Fu creato nel 1943 da Don Cameron ed Ed Dobrotka. The Toy Box è disegnata dal portoghese Miguel Mendonça, matitista con uno stile che fonde Leinil Francis Yu e Jim Lee.

Leggi tutti gli articoli sulla serie “Batman” di Chip Zdarsky

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

Ultimi articoli

Su “Tex” ritorna la fantascienza

Sull'albo mensile attualmente in edicola, Tex fa ritorno sul Monte Rainier e riprende una trama fantascientifica degli anni Ottanta.
ninja turtles last ronin fumetto

“Teenage Mutant Ninja Turtles: L’ultimo Ronin” diventa un film live-action

Paramount ha avviato la produzione di un film live-action basato sulla serie a fumetti "Teenage Mutant Ninja Turtles: L'ultimo Ronin".

Transformers e G.I. Joe insieme in un film live-action

Paramount Pictures ha reso ufficiale la produzione del film live-action che vedrà l'incontro fra Transformers e G.I. Joe.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock