Cosa c’è su “Fumo di China” 330

fumo di china 330 maggio 2023

La rivista di critica e approfondimento sul fumetto Fumo di China torna in edicola con il numero 330 di maggio 2023.

Oltre all’intervista di copertina agli autori di Odino Buzzi, cronista detective, omaggio a fumetti a Dino Buzzati, il numero presenta un dossier sulle nuove autoproduzioni print-on-demand con Amazon KDP e una conversazione con lo scrittore Adriano Barone su fumetti e narrazione multimediale. L’inserto Manga Giornale dedica invece approfondimenti a Demon Slayer e al film animato The First Slam Dunk. Chiudono il numero reportage, segnalazioni e recensioni.

Il magazine – spillato, 24 x 33,5 cm, con 36 pagine a colori a 5 euro – è disponibile in edicola e fumetteria, ed è acquistabile anche online.

Di seguito il sommario completo:

Nuvole su Buzzati

(copertina inedita di Andrea Artusi sul protagonista del volume Odino Buzzi, cronista detective in omaggio a Dino Buzzati)

Editoriale

Autori editori di sé stessi… e comunque, più fumetti per tutti!

(riflessioni a tutto campo sul tradizionale “tempio del fumetto” in Italia con gli spunti più recenti dal mercato nazionale)

News dal mondo

(le novità più sfiziose e meno segnalate da Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone, più la guida esclusiva in mostre di originali)

Cronista e detective, a fumetti

(intervista multipla su Odino Buzzi ai curatori Artusi & Mirco Zilio, gli sceneggiatori Ivo Lombardo, Andrea L. Gobbi, Marcello Bondi, Davide La Rosa e Alberto Toso Fei, i disegnatori Michela Di Cecio, Ivano Granato e Theo Szczepanski)

DOSSIER Nuove autoproduzioni

L’editore sono me!

(indagine sul print-on-demand nei fumetti italiani con Amazon KDP, con i casi concreti di Marcello Toninelli, Stefano “Stefanus” Pallotta, Tonia Gentile, Bruno Olivieri, Stefano “Steve” Frassetto, Luca “Laca” Montagliani)

Dopo una pandemia, l’equilibrio

(Giulio Rincione e la maturità di Dirt: uno dei casi editoriali più interessanti del fumetto dell’ultimo decennio)

Doppi ed evidenti universi

(incontro “multimediale” con Adriano Barone sullo scrivere a cavallo di generi e media, tra Mr. Evidence e Nathan Never)

Tra cinema e nuvolette

(per le interviste di FdC a personalità dello spettacolo, questo mese l’amore per i fumetti e le passioni di Gianluca Ansanelli)

MANGA GIORNALE 

Arriva Jarincho Chie

(la monella amata dai giapponesi nella prima infornata dei manga Toshokan della joint venture tra Giunti e if edizioni)

Caro, (non) vecchio Slam Dunk

(l’anime dal manga di Takehiko Inoue “schiaccia” a canestro nei cinema anche italiani come miglior film sportivo)

Assassino di record + striscia verticale 4-koma Break di Andrea “Yuu” Dentuto

(il primatista Demon Slayer finisce “alla grande”… facendo di nuovo (stra)parlare di manga sui media italiani)

Raccontare storie, divertendo

(l’avventuroso intreccio di vita e opere del tortonese Giancarlo Tonna, scomparso lo scorso 22 aprile a quasi 82 anni)

La Trilogia del cielo di Hugo Pratt

(quando il fumetto fa volare… letteralmente: l’affascinante antologia di tre storie a sé stanti accomunate dal tema del volo)

E ancora…

7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum delle edicole, fumetterie e librerie italiane, più le rubriche Il Podio (i top 3 del mese), Pollice Verso (un exploit in negativo), Il Suggerimento (di uscite sfiziose), Il senso delle nuvole (con le osservazioni di Giuseppe Peruzzo: “Concentrati”), Niente Da Dire (la rubrica curata dall’omonimo portale fondato da Daniele Daccò, Furibionda e Onigiri Calibro 38, stavolta sui Guardiani della Galassia Volume 3), approfondimenti (questo mese su Goodbye, DonGlees!), la rubrica Tempo reale (sul brillante volume The Divided States Of Hysteria), Strumenti (sulla saggistica sempre più numerosa: stavolta sul catalogo Altan, Cipputi e la Pimpa), la nuova rubrica di minirecensioni Dritte al punto più come sempre il prosieguo delle strisce di Rebuòboli scritte e disegnate da Luca Salvagno con il suo definitivo Pinocchio Maltese!

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.