x

x

News5 cose dall'episodio 1 di "Secret Invasion", spiegate

5 cose dall’episodio 1 di “Secret Invasion”, spiegate

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

secret invasion episodio 1

Come succede per le altre produzioni dei Marvel Studios, anche la serie tv Secret Invasion – che ha esordito il 21 giugno su Disney+ – presenta molti rimandi, citazioni, strizzatine d’occhio a fatti fumettistici (e non). Abbiamo così selezionato le curiosità più significative dell’episodio 1.

Il ritorno di Nick Fury

Il protagonista della serie è Nick Fury (interpretato da Samuel L. Jackson), che ritorna sulla Terra dopo tanto tempo. Già dai tempo della scena post-credits di Spider-Man: Far From Home del 2019 sapevamo infatti che il personaggio era nello spazio, anche se non dove e perché. Quella era stata anche l’ultima apparizione di Nick Fury nel Marvel Cinematic Universe prima di questa serie tv.

Nel trailer di The Marvels (film in uscita a novembre) abbiamo poi scoperto che Fury si trovava a bordo di una stazione spaziale appartenente all’organizzazione di nome S.A.B.E.R., che pare aver sostituito lo S.W.O.R.D. visto in WandaVision, e di cui fa parte anche Maria Rambeau. Per ora, non si sa ancora che cosa l’acronimo S.A.B.E.R. stia a significare. A differenza dello S.W.O.R.D., oltretutto, questa nuova organizzazione non ha corrispettivi nei fumetti di Marvel Comics.

Come ogni buon agente segreto, in Secret Invasion Nick Fury sembra nascondere qualcosa, in particolare il motivo per cui ha deciso di lasciare la Terra. L’unico indizio che abbiamo è che la questione sembra essere legata al Blip, ovvero alla scomparsa di metà degli esseri viventi in seguito allo schiocco di Thanos con il Guanto dell’Infinito in Avengers: Infinity War del 2018. Come ci ricorda un flashback, infatti, lo stesso Nick Fury fu fra gli individui scomparsi (e poi riportati in vita in Avengers: Endgame del 2019).

Anche il breve dialogo fra James Rhodes (Don Cheadle) e il Presidente degli Stati Uniti Ritson (Dermot Mulroney) riguardante la preoccupazione del ritorno di Nick Fury sulla Terra – con il secondo che manda il primo a indagare – sembra in ogni caso lasciar intendere che in questi ultimi anni sia successo qualcosa che probabilmente sarà svelato nei prossimi episodi.

Gravik e G’iah

A giudicare dall’episodio 1 di Secret Invasion, il cattivo principale della serie sarà lo Skrull di nome Gravik (Kingsley Ben-Adir), un personaggio che non è mai apparso nei fumetti Marvel. Al contrario del suo braccio destro G’iah (Emilia Clark), che invece fece la sua prima apparizione nella miniserie del 2019 Meet the Skrulls, sceneggiata da Robbie Thompson e disegnata da Niko Henrichon (in Italia tradotta nel volume intitolato Vi presento gli Skrull).

La G’iah dei fumetti era un’agente che viveva in incognito sulla Terra con il proprio compagno – il collega Klrr – e le loro tre figlie, destinate a diventare delle guerriere molto potenti. La sua situazione però cambiò del tutto quando la figlia più piccola, Ivy, fu uccisa da un’organizzazione dedita alla ricerca di Skrull sotto copertura. Nel corso degli eventi, G’iah arrivò anche a impersonare Pepper Potts, la segretaria – e a volte amante – di Tony Stark.

Nel Marvel Cinematic Universe, G’iah è invece la figlia di Talos (Ben Mendelsohn), uno degli Skrull buoni alleati di Nick Fury. Entrambi erano già apparsi nel 2019 in Captain Marvel. In quell’occasione, però, G’iah era ancora solo una bambina (interpretata da Auden L. Ophuls), visto che il film era ambientato negli anni Novanta. Sua madre era invece Soren, che Talos afferma essere stata uccisa da Gravik.

Everett K. Ross, uno Skrull?

Fin da subito, la serie tv riprende uno degli spunti principali del fumetto su cui è basato: «Di chi ti puoi fidare?». Probabilmente nel corso delle puntate scopriremo che alcuni personaggi più o meno noti sono in realtà degli Skrull, ma non è detto che ci saranno rivelazioni che coinvolgeranno in maniera retroattiva produzioni passate dei Marvel Studios (tipo scoprire che in realtà Bruce Banner è sempre stato uno Skrull, tanto per spararla grossa), come invece avveniva nella versione fumettistica di Secret Invasion.

L’episodio 1 di Secret Invasion si apre con Everett K. Ross (Martin Freeman), l’agente della C.I.A. visto l’ultima volta in Black Panther: Wakanda Forever, dove veniva prima fatto arrestato per tradimento dalla direttrice Valentina Allegra de Fontaine e poi fatto evadere dalle Dora Milaje, le truppe scelte del Wakanda.

L’Everett K. Ross di Secret Invasion si rivela subito essere uno Skrull, che oltretutto fa una brutta fine. Sembra però improbabile che la sostituzione del personaggio possa risalire a molto tempo fa: quasi certamente, lo Skrull lo ha impersonato solo in questa occasione, soprattutto considerando che nel resto dell’episodio non si dà molto peso alla questione (e che ovviamente Ross non fa più parte della CIA).

Supereroi britannici

Tra i nuovi personaggi che compaiono in questo episodio 1 di Secret Invasion c’è Sonya Falsworth (Olivia Colman), agente dei servizi segreti britannici dell’MI6. Anche se non c’è nessun personaggio con questo nome nei fumetti Marvel, il cognome Falsworth ha invece una storia piuttosto antica.

Questo era infatti il cognome di Lord James Montgomery, alias Union Jack, uno dei principali eroi britannici dell’universo Marvel, che fece la sua prima apparizione in Invaders 7 dell’aprile 1976 (di Roy Thomas e Frank Robbins). Anche se privo di super poteri, Falsworth combatté durante la Seconda guerra mondiale al fianco di Capitan America e Namor il Sub-Mariner nel super gruppo noto come gli Invasori.

Quando Union Jack si ritirò, fu sua figlia Jacqueline a prendere il suo posto nel gruppo, con il nome in codice di Spitfire e la super velocità come potere. Quest’ultima – che esordì sullo stesso albo del padre – in realtà è ancora attiva, essendo stata morsa dal vampiro di nome Barone Sangue, che le ha donato la capacità di invecchiare molto lentamente. Nella serie a fumetti Secret Invasion, inoltre, Spitfire ebbe un ruolo attivo nella lotta agli Skrull dopo essersi unita all’MI13, agenzia spionistica fittizia dell’universo Marvel.

Jacqueline aveva poi un fratello di nome Brian, che apparve per la prima volta su Invaders 18 dell’aprile 1977 e che prese il posto del padre nel ruolo di Union Jack dopo aver assunto lo stesso siero del super soldato che aveva dato i poteri a Capitan America. Dopo essere morto, fu sostituito da un terzo Union Jack, l’attuale, alias Joseph Chapman.

Che Sonya Falsworth abbia qualche legame con questi personaggi? In ogni caso, un soldato britannico di nome James Montgomery Falsworth (JJ Feild) è già apparso nel 2011 in Captain America – Il primo Vendicatore – senza nessun riferimento a Union Jack -, e Sonya potrebbe essere una sua discendente.

Un finale inatteso

Dalle anticipazioni, Maria Hill (Coby Smulders) sembrava dover essere una delle protagoniste principali di Secret Invasion, al fianco di Nick Fury e Talos. Qualcosa, però, in questo primo episodio, mi ha subito colpito: il nome dell’attrice che la interpreta non era presente nei titoli di testa, insieme a tutti gli altri.

Il motivo, con il senno di poi, era semplice: il personaggio infatti muore alla fine dell’episodio. E non si tratta nemmeno di uno Skrull a quanto pare, visto che il cadavere viene inquadrato a lungo, senza trasparire nessuna trasformazione. Gli autori della serie ci hanno fatto ben capire in precedenza che, quando uno Skrull muore, il suo cadavere riprende le sembianze naturali, e quindi sembra non esserci nessuna speranza per la povera Maria Hill.

A morire è uno dei personaggi storici del Marvel Cinematic Universe, che aveva esordito in The Avengers del 2012 e che da allora era rimasta quasi sempre al fianco di Nick Fury. Negli anni, Maria Hill non aveva mai avuto modo di avere un ruolo da protagonista in una produzione dei Marvel Studios. Secret Invasion sembrava poter essere l’occasione giusta, e invece…

Leggi le curiosità su tutti gli altri episodi di Secret Invasion

Leggi anche: Il fumetto su cui è basata la serie tv Marvel “Secret Invasion”

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

Ultimi articoli

jujutsu kaisen anime

L’anime più popolare al mondo

Jujutsu Kaisen è entrato nel Guinness dei primati per essere l'anime più popolare al mondo, superando L'attacco dei giganti e One Piece.
mappa comicon napoli 2024

La mappa di Comicon Napoli 2024

L’organizzazione di Comicon ha diffuso la mappa Comicon Napoli 2024, che si svolgerà alla Mostra d’Oltremare dal 25 al 28 aprile.
fallout serie tv recensione amazon prime video

“Fallout”, la serie tv che racconta l’apocalisse

Recensione di Fallout, serie tv tratta dalla saga di videogiochi omonimi iniziata nel 1997, che ci porta in un mondo apocalittico.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock