x

x

NewsL’arresto di due persone ha portato alla chiusura di diversi siti pirata...

L’arresto di due persone ha portato alla chiusura di diversi siti pirata di manga

scan manga one piece

Negli scorsi giorni, due uomini sono stati arrestati in Giappone per avere pubblicato online scan illegali delle riviste di manga Weekly Shonen Jump di Shueisha e Weekly Shonen Magazine di Kodansha, prima ancora della loro uscita ufficiale. L’arresto – operato dalla divisione specializzata in crimini informatici della polizia della città di Kumamoto – ha però avuto conseguenze più profonde.

Arrestati con l’accusa di avere violato la legge sul diritto d’autore, i due uomini – che si sono dichiarati non colpevoli – non sono cittadini giapponesi, ma dirigenti di un’azienda con sede a Tokyo specializzata nella vendita in tutto il mondo di prodotti come figurine, manga, riviste, card e molto altro. Secondo la polizia giapponese, i due si sarebbero procurati le riviste prima della data di messa in vendita attraverso negozi all’ingrosso di Tokyo, per poi fotografarne i contenuti con i loro cellulari e condividere le immagini online.

Come riferisce il sito americano The Beat, in seguito all’evento, molti “leaker” e siti specializzati nella pubblicazione in Occidente di scan di manga in anticipo sull’uscita ufficiale hanno annunciato sui social che non continueranno a pubblicare i capitoli delle serie di Weekly Shonen Jump il mercoledì e dovranno cambiare i loro programmi.

La rivista viene distribuita in Giappone di lunedì, il che significa che i capitoli delle serie presenti sulla rivista venivano pubblicati online – tradotti e letterati in maniera amatoriale – già 5 giorni prima dell’uscita ufficiale. Su Weekly Shonen Jump vengono attualmente pubblicate serie molto popolari come One Piece di Eiichiro Oda, My Hero Academia di Kōhei Horikoshi e Jujutsu Kaisen di Gege Akutami.

Inoltre, due importanti siti di diffusione di scan illegali di manga, Scanpiea e OPScans, non sono più online, e i loro profili social sono stati cancellati. Queste chiusure repentine farebbero pensare a un collegamento con i due uomini arrestati. Del resto, nella conferenza stampa, la polizia aveva comunicato di avere messo nel mirino anche alcuni siti.

Quello delle scan è un problema molto grosso per l’industria dei manga giapponesi. Due anni fa riportavamo per esempio come durante la pandemia la pirateria fosse aumentata notevolmente. Già da anni, in ogni caso, le principali case editrici del Paese nipponico si sono alleate per cercare di contrastarla, con la creazione di un’organizzazione chiamata Japan Manga Alliance.

Leggi anche:

Entra nel canale WhatsApp di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Threads, Telegram, Instagram e Facebook.

Ultimi articoli

saldaPress: i fumetti in uscita a marzo 2024

La casa editrice saldaPress ha annunciato i fumetti che pubblicherà in fumetteria, libreria ed edicola a marzo 2024.

Lorenzo Mattotti ha illustrato il manifesto per l’Italia ospite d’onore alla Fiera del libro...

L’illustratore e fumettista Lorenzo Mattotti ha realizzato il manifesto della Fiera del libro di Francoforte 2024.

3 cose da vedere in streaming su Netflix a marzo 2024

Una selezione di film e serie tv, d’animazione e live-action, tra le novità disponibili in streaming su Netflix a marzo 2024.
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Il nostro sito è gratuito e il lavoro di tutta la redazione è supportato dalla pubblicità. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock